Caffè in oratorio

Vita delle parrocchie e nelle parrocchie.

Solteri, chiesa dei S.S .Martiri  Anauniesi.

8 giugno, caffè in oratorio.

Giorno che inizia con una splendida mattina, cielo terso, aria fresca.

Questa precisazione è importante perché un giorno di sicuro bel tempo in un periodo di temporali e grandinate ci ha garantito la  riuscita dell’ incontro di volontari e anziani nell’anfiteatro dell’ oratorio della parrocchia di Solteri, seduti ai tavoli sotto diversi gazebo.

Ma anche raccontare e ricordare l’ incontro è importante: dopo la pandemia infatti ha avuto la connotazione della normalità, niente mascherine obbligatorie e non solo confezioni di biscotti sigillati e anonimi, ma vere fette di torta casalinga, caffè e the.

“Caffè in oratorio” è stato chiamato l’ incontro, proposto dal parroco, don Mauro e da Domingo Garberoglio , responsabile del servizio Welfare e coesione sociale del Comune e ha ospitato volontari e anziani delle 5 parrocchie guidate da don Mauro. 

La partecipazione di persone di tutte 5 le parrocchie era un obiettivo irrinunciabile, è l’ obiettivo che si pone don Mauro: che la gente non ragioni come parrocchiano di Vela o Madonna della Pace, ma delle Parrocchie di Trento Nord.

In questi ultimi anni i semi sono stati gettati , nel lavoro che don Francesco porta avanti con i giovani e negli incontri  favoriti tra i gruppi anziani in collaborazione ,appunto, col polo sociale del Comune. 

Già prima della pandemia abbiamo avuti vari pomeriggi animati, ora a Solteri, ora a Cristo Re. Avremmo dovuto iniziare con un altro pomeriggio al mese, di contenuto culturale, ma il virus ci ha messo lo zampino.

I contatti tra persone sono però sempre stati  vivi , così abbiamo costruito una rete di rapporti con Madonna della Pace, Piedicastello, Cristo Re e con Vela cerchiamo di farlo da ora in avanti. 

Ogni occasione è buona, conoscere Anna, di Vela, che faceva compagnia a zia Clelia; andare a passare un pomeriggio a Roncafort, pregare nella chiesa di S. Anna, mangiare il gelato al parco vicino alla chiesa, molto accogliente, in compagnia di Livia che abitava ai Solteri ed ora abita lì.

Dario c’ è sempre, dappertutto. Incarna il senso della comunità.

Riscontri dell’ iniziativa? Positivi !”Grazie, sono stato , stata bene” “ho trascorso una mattina in compagnia e allegria, senza fisime”.

Bene, ringraziamo il Signore.

 

 

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print