Foglietto domenica XIII T.O.

XIII domenica T.O.- Anno C – 26 giugno 2022

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

Prima lettura: Dal primo libro dei Re (1Re 19,16b.19-21)
In quei giorni, il Signore disse a Elìa: «Ungerai Eliseo, figlio di Safat, di Abel-Mecolà, come profeta al tuo posto». Partito di lì, Elìa trovò Eliseo, figlio di Safat. Costui arava con dodici paia di buoi davanti a sé, mentre egli stesso guidava il dodicesimo. Elìa, passandogli vicino, gli gettò addosso il suo mantello. Quello lasciò i buoi e corse dietro a Elìa, dicendogli: «Andrò a baciare mio padre e mia madre, poi ti seguirò». Elìa disse: «Va’ e torna, perché sai che cosa ho fatto per te». Allontanatosi da lui, Eliseo prese un paio di buoi e li uccise; con la legna del giogo dei buoi fece cuocere la carne e la diede al popolo, perché la mangiasse. Quindi si alzò e seguì Elìa, entrando al suo servizio.

Salmo Responsoriale: Sei tu Signore l’unico mio bene  (sal. 15)

Seconda lettura: Dalla lettera di san Paolo ai Galati (Gal, 5,1.13-18)
Fratelli, Cristo ci ha liberati per la libertà! State dunque saldi e non lasciatevi imporre di nuovo il giogo della schiavitù. Voi infatti, fratelli, siete stati chiamati a libertà. Che questa libertà non divenga però un pretesto per la carne; mediante l’amore siate invece a servizio gli uni degli altri. Tutta la Legge infatti trova la sua pienezza in un solo precetto: «Amerai il tuo prossimo come te stesso». Ma se vi mordete e vi divorate a vicenda, badate almeno di non distruggervi del tutto gli uni gli altri! Vi dico dunque: camminate secondo lo Spirito e non sarete portati a soddisfare il desiderio della carne. La carne infatti ha desideri contrari allo Spirito e lo Spirito ha desideri contrari alla carne; queste cose si oppongono a vicenda, sicché voi non fate quello che vorreste. Ma se vi lasciate guidare dallo Spirito, non siete sotto la Legge.

Vangelo: Dal vangelo secondo Luca   (Lc 9,51-62)
Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé. Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio. Mentre camminavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio». Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».

 Commento al Vangelo
Cristo non si è messo a discutere, ha detto soltanto ai suoi: «Vieni e seguimi!», perché la vocazione viene da Dio. Lo ripeterà poi il Signore con forza: «Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi»  (Gv 15,16).
Quando noi perderemo questo concetto di “avventura” del cristianesimo, intesa nel senso di adventus, di venuta di Dio, avremo spento lo Spirito.
È il Signore che chiama e a colui che viene chiamato non occorrono molti ragionamenti. Una persona non andrà avanti perché aveva previsto tutto. La certezza che Dio ti ha chiamato ti porta via da quel melenso piangere su te stesso nel dire: «Io non sono adatto; io non sono capace; a me manca questo, a me manca quello».
L’avventura di Dio è grande e inconcepibile da parte dell’uomo, per cui tu sai che cominci con Dio ma non sai dove vai a finire; se tu non ti tieni a contatto con lui, non fai altro che gradatamente spegnere tutto e troverai mille motivi per difendere un accomodamento nel quale ti sei posto e che ormai è diventato comodo. Mantenendoci uniti a Dio noi ci manteniamo aperti all’avventura.

 

PER CAMMINARE INSIEME CON LE COMUNITÀ

Martedì 28
Cristo Re: in chiesa dalle 7.00 alle 8.00 Adorazione Eucaristica Silenziosa;

Mercoledì 29
Cristo Re: ore 17.30, in canonica, incontro per i membri dei Punti di Ascolto;
Santi Martiri: ore 21.00 incontro dei direttivi dell’Associazione Noi Koinè di S.Apollinare e Santi Martiri dei Solteri;

Giovedì 30
S.Apollinare: ore 16.00 incontro del gruppo Missionario di S. Apollinare;
S.Apollinare: ad ore 21.00 sul sagrato ci sarà un concerto;

Sabato 02
S.Apollinare: ore 10.30 Matrimonio di Ilaria e Mariano,

ALTRI APPUNTAMENTI DA METTERE IN AGENDA

 *Poiché non abbiamo raggiunto il numero sufficiente di iscrizioni e i costi diventano troppo alti ed insostenibili, il campeggio delle Famiglie è stato annullato; ci spiace, ma ci riproveremo! Ringraziamo tutti coloro che si erano iscritti!

*Il gruppo adolescenti propone per tutti i ragazzi dalla 1 superiore in su una settimana a Locri, dal 30 luglio al 7 agosto presso il centro “Don Milani”, per una settimana che metta insieme la conoscenza di persone e realtà impegnate nella lotta alle mafie, un po’ di lavoro e un po’ di mare. Sul sito si può trovare il programma dettagliato e il modulo di iscrizione.

*Per i ragazzi che stanno finendo la terza media, c’è la proposta del “Campeggio dei tipi loschi”, un campeggio di 3 giorni dedicato solo a ragazzi e ragazze del 2008 a Deggia. Per ulteriori dettagli basta contattare don Francesco o cercare sul sito di Noi Trento o sul sito delle nostre comunità. I due turni sono: 28-30 agosto oppure 1-3 settembre.

 

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA

 Lunedì
08.30 Cristo Re; 20.00 S. Apollinare

Martedì
08.30 Ss. Cosma e Damiano; 19.00 ss. Martiri

Mercoledì
08.00 s. Anna; 08.30 Cristo Re; 19.00 ss. Martiri

Giovedì
08.30 Cristo Re; 20.00 Madonna della Pace

Venerdì
08.30 Cristo Re; 19.00 ss. Martiri

Sabato
18.00 ss. Cosma e Damiano; 20.00 Madonna della Pace

Domenica
08.00 s. Anna; 09.00 s. Apollinare; 10.30 Cristo Re; 11.00 ss. Martiri; 19.00 ss. Martiri

 Confessioni: Salvo imprevisti, ogni sabato a Cristo Re dalle 09.30 alle 11.00

 

ORARI DI SEGRETERIA:

Cristo Re: dal lunedì al sabato: 09.00-10.30; lunedì e martedì: 17.00-19.00; mercoledì: 14.30-16.00
Santi Martiri: lunedì: 09.30-12.00

ORARI DEI PUNTI DI ASCOLTO:
Cristo Re: martedì: 09.30-11.00; mercoledì: 16.00-17.30; venerdì: 17.30-19.00
Santi Martiri: lunedì: 17.00-18.00; giovedì: 09.30-11.00

CONTATTI
Cristo Re: tel. 0461 823325 – tncristore@parrocchietn.it
Santi Martiri: tel. 0461 821542
Sito: parrocchietrentonord.diocesitn.it
Canale YouTube Unità pastorale Trento nord per seguire la Messa in streaming

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print