Foglietto domenica XVII T.O.

XVII domenica T.O.- Anno C – 24 luglio 2022

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

 

Prima lettura: Dal libro della Genesi  (Gen 18,20-32)

In quei giorni, disse il Signore: “Il grido di Sòdoma e Gomorra è troppo grande e il loro peccato è molto grave. Voglio scendere a vedere se proprio hanno fatto tutto il male di cui è giunto il grido fino a me; lo voglio sapere!”. Quegli uomini partirono di là e andarono verso Sòdoma, mentre Abramo stava ancora alla presenza del Signore. Abramo gli si avvicinò e gli disse: “Davvero sterminerai il giusto con l’empio? Forse vi sono cinquanta giusti nella città: davvero li vuoi sopprimere? E non perdonerai a quel luogo per riguardo ai cinquanta giusti che vi si trovano? Lontano da te il far morire il giusto con l’empio, così che il giusto sia trattato come l’empio; lontano da te! Forse il giudice di tutta la terra non praticherà la giustizia?”. Rispose il Signore: “Se a Sòdoma troverò cinquanta giusti nell’ambito della città, per riguardo a loro perdonerò a tutto quel luogo”. Abramo riprese e disse: “Vedi come ardisco parlare al mio Signore, io che sono polvere e cenere: forse ai cinquanta giusti ne mancheranno cinque; per questi cinque distruggerai tutta la città?”. Rispose: “Non la distruggerò, se ve ne troverò quarantacinque”. Abramo riprese ancora a parlargli e disse: “Forse là se ne troveranno quaranta”. Rispose: “Non lo farò, per riguardo a quei quaranta”. Riprese: “Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora: forse là sene troveranno trenta”. Rispose: “Non lo farò, se ve ne troverò trenta”. Riprese: “Vedi come ardisco parlare al mio Signore! Forse là se ne troveranno venti”. Rispose: “Non la distruggerò per riguardo a quei venti”. Riprese: “Non si adiri il mio Signore, se parlo ancora una volta sola: forse là se ne troveranno dieci”. Rispose: “Non la distruggerò per riguardo a quei dieci”.

Salmo Responsoriale: Nel giorno in cui ti ho invocato mi hai risposto   (sal. 137)

Seconda lettura: Dalla lettera di san Paolo ai Colossesi (Col 2,12-14)

Fratelli, con Cristo sepolti nel battesimo, con lui siete anche risorti mediante la fede nella potenza di Dio, che lo ha risuscitato dai morti. Con lui Dio ha dato vita anche a voi, che eravate morti a causa delle colpe e della non circoncisione della vostra carne, perdonandoci tutte le colpe e annullando il documento scritto contro di noi che, con le prescrizioni, ci era contrario: lo ha tolto di mezzo inchiodandolo alla croce.

Vangelo: Dal vangelo secondo Luca   (Lc 11,1-13)

Gesù si trovava in un luogo a pregare; quando ebbe finito, uno dei suoi discepoli gli disse: “Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli”. Ed egli disse loro: “Quando pregate, dite: Padre, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno; dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano, e perdona a noi i nostri peccati, anche noi infatti perdoniamo a ogni nostro debitore, e non abbandonarci alla tentazione”. Poi disse loro: “Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”, e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare, la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto, non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che, anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico, almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono. Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce, gli darà una serpe al posto del pesce? O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione? Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo a quelli che glielo chiedono!”.

Commento al Vangelo
dagli scritti di don Oreste Benzi

 La preghiera è il modo di essere più maturo della persona umana e costituisce la vera identità del nostro essere. Ecco allora la salvezza che ci porta Gesù: noi dobbiamo uscire da noi stessi, ma la prima uscita da noi avviene nella preghiera. Perché? Perché nella preghiera, proprio per natura sua, ti svuoti di te stesso, scegli di uscire da te e di entrare nell’altro con la “A” maiuscola e poi nell’altro con la “a” minuscola.
Gesù l’ha voluto mettere in evidenza proprio nella preghiera per eccellenza, la preghiera fondamentale del Padre nostro, in cui diciamo: «Signore, perdona i miei peccati, le mie colpe, come io perdono coloro che hanno fatto soffrire me». Quando infatti manca il perdono, la preghiera non può essere esaudita perché, se venisse esaudita, il Signore in un certo senso ratificherebbe il tuo odio e questo Dio non può farlo. Certo, la tua preghiera il Signore l’accoglie sempre, ma lui non ti può perdonare perché lui perdona i nostri debiti come noi li perdoniamo ai nostri debitori.
Dai, è bello questo! Andate avanti!

 

PER CAMMINARE INSIEME CON LE COMUNITÀ

 Martedì 26
Anna: S. Messa ad ore 20.00 in occasione della festa della Patrona;

Giovedì 28
Tutte le Comunità: gita/pellegrinaggio alla Madonna del Tignale;

Sabato 30
Cristo Re: ore 12.00 battesimo di Cecilia;
Vela: ore 14.00 Matrimonio di Laura e Andrea;
Tutte le Comunità: questa sera circa 30 ragazzi delle superiori e i loro animatori partono per il campeggio/lavoro in Calabria, guidati da don Francesco, li ricordiamo nella preghiera.

ALTRI APPUNTAMENTI DA METTERE IN AGENDA

 DOMENCICA 18 SETTEMBRE FESTA INTERPARROCCHIALE A VELA, TUTTE LE COMUNITA’ SONO INIVTATE; programma ed orari saranno comunicati al più presto;

 

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA

 Lunedì
08.30 Cristo Re; 20.00 S. Apollinare

Martedì
08.30 Ss. Cosma e Damiano; 19.00 ss. Martiri

Mercoledì
08.00 s. Anna; 08.30 Cristo Re; 19.00 ss. Martiri

Giovedì
08.30 Cristo Re; 20.00 Madonna della Pace

Venerdì
08.30 Cristo Re; 19.00 ss. Martiri

Sabato
18.00 ss. Cosma e Damiano; 20.00 Madonna della Pace

Domenica
08.00 s. Anna; 09.00 s. Apollinare; 10.30 Cristo Re; 11.00 ss. Martiri; 19.00 ss. Martiri

 

Confessioni: Salvo imprevisti, ogni sabato a Cristo Re dalle 09.30 alle 11.00

 

ORARI DI SEGRETERIA:
Cristo Re: dal lunedì al sabato: 09.00-10.30; lunedì e martedì: 17.00-19.00; mercoledì: 14.30-16.00
Santi Martiri: lunedì: 09.30-12.00

ORARI DEI PUNTI DI ASCOLTO:
Cristo Re: martedì: 09.30-11.00; mercoledì: 16.00-17.30; venerdì: 17.30-19.00
Santi Martiri: lunedì: 17.00-18.00; giovedì: 09.30-11.00

CONTATTI
Cristo Re: tel. 0461 823325 – tncristore@parrocchietn.it
Santi Martiri: tel. 0461 821542
Sito: parrocchietrentonord.diocesitn.it
Canale YouTube Unità pastorale Trento nord per seguire la Messa in streaming

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print