Ricordo di Suor Luisa Dell’ Orto

Siamo in estate e in vacanza può capitare di soffermarsi nell’acqua dove il mare comincia a cucirsi con il profilo del cielo e la spiaggia affollata scompare.

Da lì solo l’infinito del mare e del cielo catturano i nostri occhi e le nubi assumono sembianze di  mille mutevoli figure fantastiche stagliandosi candide nel cielo.

I loro profili continuano a mutare scompigliati dal vento e dalla nostra percezione che cambia  ad ogni sguardo. 

Difficile in quel perenne mutare scorgere il segno di una immagine certa. 

C’è però chi è riuscito a fissare lo sguardo su quel disegno di nubi nel mutare incessante del Cielo.  Chi nella vita è riuscito a cogliere il senso del suo essere creatura nel mondo in continuo cambiamento.

Sono in molti magari nascosti ma forti delle loro fragilità che vivono  con coraggio nel tempo.

E’ cosi che vorrei ricordare quelle figure di tante donne e tra queste Suor Luisa dell’Orto, assassinata barbaramente nei giorni scorsi ad Haiti, un paese martoriato dagli uragani, dalla corruzione e dalla miseria dove lei, dal 2002 oltre ad insegnare all’Università  e animare la propria comunità, si dedicava   al servizio dei bambini  presso un centro riservato ai ragazzi di strada.

Lì suor Luisa era chiamata “l’angelo dei bambini” per l’amore e la dedizione ai loro bisogni materiali e di istruzine.

Suor Luisa avrebbe compiuto 65 anni il 27 luglio attorniata da quei ragazzi sottratti alla strada e ospitati nel centro Charles De Foucauld nel cuore di Port – au – Prince capitale di Haiti e invece è stata barbaramente uccisa senza apparente motivo mentre con la sua macchina aveva da poco lasciato Casa Carlo ( così è denominato il centro dove prestava servizio).

Una vita donata a chi ha bisogno nello spirito dell’ordine delle Piccole sorelle del Vangelo fondato da Charles de Foucald.

Era laureata in filosofia e ha insegnato per anni ai seminaristi di Haiti, ha formato generazioni di sacerdoti. Quando correva via dal Seminario arrivava a casa dove tutti suonavano il campanello e bussavano alla sua porta. Lei correva subito ad aprire impegnandosi a dare accoglienza e vivendo il servizio come l’aveva vissuto Charles De Foucauld” racconta Maddalena Boschetti missionaria laica fidei donum ad Haiti da quasi 20 anni che come Suor Luisa si dedica al servizio dei bambini di Haiti.

Donne comuni e non avventuriere che hanno saputo alzare lo sguardo nel cielo per capire il disegno di quelle nubi che ai più riesce nascosto.

 

30-GIUGNO-2022                                                                            Paolo Castelli

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print