Foglietto Domenica delle Palme

Domenica delle Palme – Anno C – 10   aprile 2022

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

Prima lettura: Dal libro del profeta Isaia  (Is 50,4-7)

Il Signore Dio mi ha dato una lingua da discepolo, perché io sappia indirizzare una parola allo sfiduciato. Ogni mattina fa attento il mio orecchio perché io ascolti come i discepoli. Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio e io non ho opposto resistenza, non mi sono tirato indietro. Ho presentato il mio dorso ai flagellatori, le mie guance a coloro che mi strappavano la barba; non ho sottratto la faccia agli insulti e agli sputi. Il Signore Dio mi assiste, per questo non resto svergognato, per questo rendo la mia faccia dura come pietra, sapendo di non restare confuso.

Salmo Responsoriale: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?    (sal 21)

 Seconda lettura: Dalla lettera di S. Paolo ai Filippesi (Fil 2,6-11)

Cristo Gesù, pur essendo nella condizione di Dio, non ritenne un privilegio l’essere come Dio, ma svuotò se stesso assumendo una condizione di servo, diventando simile agli uomini. Dall’aspetto riconosciuto come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte e a una morte di croce. Per questo Dio lo esaltò e gli donò il nome che è al di sopra di ogni nome, perché nel nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi nei cieli, sulla terra e sotto terra, e ogni lingua proclami: «Gesù Cristo è Signore!», a gloria di Dio Padre.

Vangelo: Entrata in Gerusalemme  (Lc 19,28-40)

Passione di nostro Signore Gesù Cristo secondo Luca   (Lc 22,14-23,56)

Commento:

GESÙ ENTRA A GERUSALEMME CON UN “INGRESSO SPECIALE”: IL VOLTO DEL “RE” CHE ENTRA A GERUSALEMME NON È QUELLO DEL DOMINATORE, MA DI COLUI CHE SI PONE A FIANCO DELL’UOMO; NON È IL VOLTO DI UN PRIVILEGIATO, MA DI CHI DONA LA PROPRIA VITA; NON DEL CONDOTTIERO CHE GUIDA ESERCITI IN GUERRA, MA DI CHI RECLAMA E TESTIMONIA IL PRIMATO DELL’AMORE E DEL PERDONO. INSOMMA È COME SE A GESÙ, DOPO AVER TANTO PARLATO E FATTO, NON RESTASSE ALTRA ARMA CHE IL SILENZIO, MENTRE FORSE SI DOMANDAVA COME AVREBBE POTUTO DIRE ANCORA QUALCOSA, SPIEGANDOSI MEGLIO. SCATTA COSÌ IN LUI UN TENTATIVO ESTREMO PER CHIARIRE AI SUOI DISCEPOLI QUAL ERA IL SENSO DELLA SUA MISSIONE. E LO FA SERVENDOSI DI UN SEGNO. INVENTANDO UN MODO TOTALMENTE NUOVO PER ENTRARE NELLA CITTÀ SANTA. ANZI GESÙ SI LASCIA PRENDERE DALLA VOGLIA DI INVENTARE IL SUO INGRESSO CURANDO ANCHE I PARTICOLARI MINIMI. NON SI SPIEGHEREBBE IN ALTRO MODO LA METICOLOSITÀ DELLE INDICAZIONI CON LA QUALE GESÙ DECIDE DI INVIARE DUE SUOI DISCEPOLI ALLA RICERCA DI UN ASINO! QUANTA PRECISIONE PER RIUSCIRE A TROVARE UN ASINO […] QUANDO TUTTI PER IL LORO INGRESSO NELLA VITA SOCIALE, NELLA VITA POLITICA ED ECCLESIALE, SI PREOCCUPANO DI BEN ALTRO E MAGARI NON SANNO PIÙ COSA INVENTARE, GESÙ VA CONTROCORRENTE. IL MODO DI PENSARE DI GESÙ È PARADOSSALMENTE DIVERSO DAL NOSTRO.
E NOI ABBIAMO IL CORAGGIO E LA FORZA DI ANDARE CONTROCORRENTE? SE PENSIAMO DI BASTARE A NOI STESSI E SEGUIAMO IL METRO DEGLI UOMINI SICURO CI LASCIAMO ABBAGLIARE DA BISOGNI NON REALI, MA SE RIPERCORRIAMO IL CAMMINO DI GESU’ VERSO GERUSALEMME, VERSO LA SUA PASSIONE E RESURREZIONE NELLA CONSAPEVOLEZZA CHE LUI, PUR SAPENDO DI ANDARE INCONTRO ALLA MORTE PER LA NOSTRA SALVEZZA HA PROSEGUITO IL SUO CAMMINO. ALLORA ATTINGIAMO ALLA SUA PAROLA E ANCHE NOI AVREMO IL CORAGGIO PER RESUSCITARE A VITA NUOVA E PER COMPRENDERE CHE L’UNICA VERA FORZA E’ QUELLA DELL’AMORE CHE DIO HA PER NOI. E ALLORA COSA ASPETTIAMO AD OFFRIRE LA NOSTRA GROPPA ALL’ALTRO CHE INCONTRIAMO SUL NOSTRO CAMMINO. CAMMINARE INSIEME SICURI CHE DIO GUIDA I NOSTRI PASSI CI PERMETTI DI SUPERARE ANCHE I MOMENTI BUI, LE NOSTRE PAURE, I NOSTRI DUBBI. DIO NON CI TOGLIE LE FATICHE, MA CI PERMETTE DI PROSEGUIRE CON FIDUCIA.
NELLA VITA DI GESÙ TROVIAMO RICORRENTE LA PRESENZA DELL’ASINO … MENTRE L’UOMO GENERALMENTE AFFIDA AI POSTERI L’IMMAGINE STATUARIA DELLA SUA FAMA SOPRA UN CAVALLO, LA BIBBIA CI LASCIA IL RICORDO DI DIO CHE SCEGLIE DI ENTRARE NELLA CITTÀ SANTA IN GROPPA AD UN GIOVANE ASINO! SIA CHIARO: QUELL’ASINO NON È STATO STUPIDO QUANDO HA ACCETTATO DI METTERE LA SUA GROPPA A DISPOSIZIONE! SE LA NOSTRA PASSIONE FOSSE ANCHE SOLO DI METTERE LA NOSTRA SCHIENA A SUA DISPOSIZIONE, ALLORA PRIMA O POI CI CAPITERÀ L’OCCASIONE DI DARE UN PASSAGGIO ANCHE A NOSTRO SIGNORE! …. “SIMONE HA ACCETTATO DI PORTARE LA CROCE DI GESÙ” …

 

RICONCILIAZIONE

Riconciliazione comunitaria con assoluzione generale

Lunedì santo – 11 aprile
18.00 Cristo Re

Martedì santo – 12 aprile
16.30 Cristo Re – per la catechesi;    18.00 Ss. Cosma e Damiano;     20.00 Duomo – presieduta dal vescovo

Mercoledì santo – 13 aprile
17.00 s. Apollinare;       18.30 Ss. Martiri (dopo la s. Messa);      20.30 Cristo Re

Riconciliazione individuale

Venerdì santo – 15 aprile
15.30-17.00 S. Apollinare;          15.00-16.00 Ss. Cosma e Damiano

Sabato santo – 16 aprile
09.00-11.30 Cristo Re – Santi Martiri;    14.30-16.30 Cristo Re – Santi Martiri

 

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA SANTA

 

Lunedì santo – 11 aprile
08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri; 20.00 S. Apollinare
20.30 via crucis – quartiere del Magnete

Martedì santo – 12 aprile
08.30 Cristo Re; 08.30 Ss. Cosma e Damiano; 18.00 ss. Martiri

Mercoledì santo – 13 aprile
08.00 s. Anna; 08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri

 

 Giovedì santo – Cena del Signore
18.00 s. Apollinare
20.00 Cristo Re; ss. Cosma e Damiano; ss. Martiri; Madonna della Pace

Venerdì santo – Passione del Signore
08.30 preghiera delle lodi – Cristo Re
15.00 via crucis – s. Anna
18.00 s. Apollinare
20.00 Cristo Re; ss. Cosma e Damiano; ss. Martiri; Madonna della Pace

Sabato santo – Veglia pasquale
08.30 preghiera delle lodi – Cristo Re
18.00 s. Apollinare
20.00 Cristo Re; ss. Cosma e Damiano; ss. Martiri; Madonna della Pace

Domenica – Pasqua
08.00 s. Anna                                                 09.00 s. Apollinare
09.30 Madonna della Pace                          10.30 Cristo Re
11.00 ss. Martiri                                             11.00 ss. Cosma e Damiano
17.30 Cristo Re                                               19.00 ss. Martiri

Lunedì dell’Angelo – 18 aprile
10.30 Cristo Re;              18.00 ss. Martiri;             20.00 s. Apollinare

 

 

ORARI DI SEGRETERIA:
Cristo Re: dal lunedì al sabato: 09.00-10.30; lunedì e martedì: 17.00-19.00; mercoledì: 14.30-16.00;
Santi Martiri: lunedì: 09.30-12.00

ORARI DEI PUNTI DI ASCOLTO:
Cristo Re: martedì: 09.30-11.00; mercoledì: 16.00-17.30; venerdì: 17.30-19.00
Santi Martiri: lunedì: 17.00-18.00; giovedì: 09.30-11.00

CONTATTI
Cristo Re: tel. 0461 823325 – tncristore@parrocchietn.it
Santi Martiri: tel. 0461 821542

Sito: parrocchietrentonord.diocesitn.it
Canale YouTube Unità pastorale Trento nord per seguire la Messa in streaming

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print