Foglietto V tempo ordinario

V del T.O. – Anno C–06 febbraio 2022

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

 

Prima lettura: Dal libro del profeta Isaia  (Is 6,1-2a.3-8)

Nell’anno in cui morì il re Ozia, io vidi il Signore seduto su un trono alto ed elevato; i lembi del suo manto riempivano il tempio. Sopra di lui stavano dei Serafini; proclamavano l’uno all’altro, dicendo: «Santo, santo, santo il Signore degli eserciti! Tutta la terra è piena della sua gloria». Vibravano gli stipiti delle porte al risuonare di quella voce, mentre il tempio si riempiva di fumo. E dissi: «Ohimè! Io sono perduto, perché un uomo dalle labbra impure io sono e in mezzo a un popolo dalle labbra impure io abito; eppure i miei occhi hanno visto il re, il Signore degli eserciti». Allora uno dei serafini volò verso di me; teneva in mano un carbone ardente che aveva preso con le molle dall’altare. Egli mi toccò la bocca e disse: «Ecco, questo ha toccato le tue labbra, perciò è scomparsa la tua colpa e il tuo peccato è espiato». Poi io udii la voce del Signore che diceva: «Chi manderò e chi andrà per noi?». E io risposi: «Eccomi, manda me!».

 Salmo Responsoriale: Cantiamo al Signore, grande è la sua gloria  (sal. 137)

 Seconda lettura: Dalla prima lettera di S. Paolo ai Corinzi  (1Cor 15,1-11

Vi proclamo poi, fratelli, il Vangelo che vi ho annunciato e che voi avete ricevuto, nel quale restate saldi e dal quale siete salvati, se lo mantenete come ve l’ho annunciato. A meno che non abbiate creduto invano! A voi infatti ho trasmesso, anzitutto, quello che anch’io ho ricevuto, cioè che Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture e che fu sepolto e che è risorto il terzo giorno secondo le Scritture e che apparve a Cefa e quindi ai Dodici. In seguito apparve a più di cinquecento fratelli in una sola volta: la maggior parte di essi vive ancora, mentre alcuni sono morti. Inoltre apparve a Giacomo, e quindi a tutti gli apostoli. Ultimo fra tutti apparve anche a me come a un aborto. Io infatti sono il più piccolo tra gli apostoli e non sono degno di essere chiamato apostolo perché ho perseguitato la Chiesa di Dio. Per grazia di Dio, però, sono quello che sono, e la sua grazia in me non è stata vana. Anzi, ho faticato più di tutti loro, non io però, ma la grazia di Dio che è con me. Dunque, sia io che loro, così predichiamo e così avete creduto.

Vangelo: Dal vangelo secondo Luca   (Lc 5,1-11)

In quel tempo, mentre la folla gli faceva ressa attorno per ascoltare la parola di Dio, Gesù, stando presso il lago di Gennèsaret, vide due barche accostate alla sponda. I pescatori erano scesi e lavavano le reti. Salì in una barca, che era di Simone, e lo pregò di scostarsi un poco da terra. Sedette e  insegnava alle folle dalla barca. Quando ebbe finito di parlare, disse a Simone: «Prendi il largo e gettate le vostre reti per la pesca». Simone rispose: «Maestro, abbiamo faticato tutta la notte e non abbiamo preso nulla; ma sulla tua parola getterò le reti». Fecero così e presero una quantità enorme di pesci e le loro reti quasi si rompevano. Allora fecero cenno ai compagni dell’altra barca, che venissero ad aiutarli. Essi vennero e riempirono tutte e due le barche fino a farle quasi affondare. Al vedere questo, Simon Pietro si gettò alle ginocchia di Gesù, dicendo: «Signore, allontànati da me, perché sono un peccatore». Lo stupore infatti aveva invaso lui e tutti quelli che erano con lui, per la pesca che avevano fatto; così pure Giacomo e Giovanni, figli di Zebedeo, che erano soci di Simone. Gesù disse a Simone: «Non temere; d’ora in poi sarai pescatore di uomini». E, tirate le barche a terra, lasciarono tutto e lo seguirono.

 Commento al Vangelo dagli scritti di don Oreste Benzi

L’unico vero problema è avere il coraggio di amare Cristo: tutto il resto si risolve! Sentirete che il momento drammatico della nostra vita è quando il Signore ci porta al dunque e finalmente dici: «Sulla tua parola, Signore, io getto la mia vita» e diventi finalmente di Gesù. In quel momento non hai più da discutere né sui soldi né su altri problemi; senti solo che c’è una luce che ti guida e ti fa fare i passi che tu dovrai compiere per sempre.
Io non so dove il Signore mi porta, ma è certo che lui è amore infinito e mi porta verso un infinito di amore. Non so cosa scriverà nella vostra vita, ma d’ora in poi non vi preoccupate più della vostra debolezza. Non temete più: egli si è assunto le nostre infermità perché noi potessimo vivere in lui. Non temete: lasciate mano libera allo Spirito Santo!
Gettate nel cuore del Signore la vostra preoccupazione, egli vi nutrirà e vi sosterrà!

PER CAMMINARE INSIEME CON LE COMUNITÀ

Lunedì 07
Santi Martiri: ore 15 recita del santo Rosario guidato dal gruppo anziani;
Cristo Re: ore 17.30 in canonica incontro per i catechisti dei cresimandi di tutte le Comunità
Cristo Re: ore 20.30 “Passi di Vangelo” per giovani dai 18 ai 35 anni;
Cristo Re: 0re 20.30 in canonica incontro del Comitato di Comunità di Cristo Re;

Mercoledì 09
Cristo Re: ore 17.30 incontro dei volontari del Punto di Ascolto della Caritas Interparrocchiale;

Venerdì 11    GIORNATA MONDIALE DEL MALATO
Cristo Re: ore 15.30 in chiesa momento di preghiera rivolto a tutti, in cui si ricorderanno in modo speciale gli ammalati;
Santi Martiri: ore 20.30 in oratorio incontro per i genitori dei ragazzi che riceveranno la Cresima e frequentano la catechesi a Santi Martiri.

Sabato 12
S. Apollinare: percorso in preparazione al Matrimonio;

ALTRI APPUNTAMENTI DA METTERE IN AGENDA

Oggi, dopo le S. Messe, c’è la possibilità di acquistare le primule il cui ricavato andrà al Centro Aiuto alla Vita.
Venerdì 4 marzo Via Crucis Interparrocchiale; più avanti saranno comunicate informazioni più dettagliate (da valutare cosa si potrà fare e come a seconda della situazione e delle forze disponibili), al momento fissiamo la data!

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA

Lunedì
08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri; 20.00 S. Apollinare

Martedì
08.30 Cristo Re; 08.30 Ss. Cosma e Damiano; 18.00 ss. Martiri

Mercoledì
08.00 s. Anna; 08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri

Giovedì
08.30 Cristo Re; 18.00ss. Martiri; 20.00 Madonna della Pace

Venerdì
08.30 Cristo Re; 17.00 S. Apollinare; 18.00 ss. Martiri

 Sabato
17.30 s. Apollinare
18.00 ss. Cosma e Damiano
19.00 ss. Martiri
20.00 Cristo Re

Domenica
08.00 s. Anna
09.00 s. Apollinare
09.30 Madonna della Pace
10.30 Cristo Re
11.00 ss. Martiri
17.30 Cristo Re
19.00 ss. Martiri

 Confessioni: Salvo imprevisti, ogni sabato a Cristo Re dalle 09.30 alle 11.00

ORARI DI SEGRETERIA:

Cristo Re:dal lunedì al sabato:09.00-10.30; lunedì e martedì: 17.00-19.00; mercoledì: 14.30-16.00

Santi Martiri: lunedì: 09.30-12.00

ORARI DEI PUNTI DI ASCOLTO:

Cristo Re: martedì: 09.30-11.00; mercoledì: 16.00-17.30; venerdì: 17.30-19.00

Santi Martiri: lunedì: 17.00-18.00; giovedì: 09.30-11.00

CONTATTI

Cristo Re: tel. 0461 823325 – tncristore@parrocchietn.it

Santi Martiri: tel. 0461 821542

Sito: parrocchietrentonord.diocesitn.it

Canale YouTube Unità pastorale Trento nord per seguire la Messa in streaming

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print