Foglietto seconda d’Avvento

II Domenica di avvento – Anno C– 5 Dicembre 2021

 

IN ASCOLTO DELLA PAROLA

 

Prima lettura: Dal libro del profeta Baruc  (Bar 5,1-9)

Deponi, o Gerusalemme, la veste del lutto e dell’afflizione, rivèstiti dello splendore della gloria che ti viene da Dio per sempre. Avvolgiti nel manto della giustizia di Dio,  metti sul tuo capo il diadema di gloria dell’Eterno, perché Dio mostrerà il tuo splendore a ogni creatura sotto il cielo. Sarai chiamata da Dio per sempre: «Pace di giustizia» e «Gloria di pietà». Sorgi, o Gerusalemme, sta’ in piedi sull’altura e guarda verso oriente; vedi i tuoi figli riuniti, dal tramonto del sole fino al suo sorgere, alla parola del Santo, esultanti per il ricordo di Dio. Si sono allontanati da te a piedi, incalzati dai nemici; ora Dio te li riconduce in trionfo, come sopra un trono regale. Poiché Dio ha deciso di spianare ogni alta montagna e le rupi perenni, di colmare le valli livellando il terreno, perché Israele proceda sicuro sotto la gloria di Dio. Anche le selve e ogni albero odoroso hanno fatto ombra a Israele per comando di Dio. Perché Dio ricondurrà Israele con gioia alla luce della sua gloria, con la misericordia e la giustizia che vengono da lui.

Salmo Responsoriale: Grandi cose ha fatto il Signore per noi.  (Sal. 125)

Seconda lettura: Dalla lettera di san Paolo ai Filippesi (Fil1,4-6.8-11)

Fratelli, sempre, quando prego per tutti voi, lo faccio con gioia a motivo della vostra cooperazione per il Vangelo, dal primo giorno fino al presente. Sono persuaso che colui il quale ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù. Infatti Dio mi è testimone del vivo desiderio che nutro per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù. E perciò prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento, perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo, ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.

Vangelo: Dal vangelo secondo Luca    (Lc 3,1-6)

Nell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’Iturea e della Traconìtide, e Lisània tetrarca dell’Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia: Voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri! Ogni burrone sarà riempito, ogni monte e ogni colle sarà abbassato; le vie tortuose diverranno diritte e quelle impervie, spianate. Ogni uomo vedrà la salvezza di Dio!

 

Commento al Vangelo

Giovanni esce dal suo guscio e va verso l’altro. Un po’ di Giovanni è presente in tutti noi, abbiamo voglia di comunicare con gli altri, ma a volte non riusciamo ad aprire i nostri orecchi per ascoltarli nella nostra vita quotidiana e questo non ci permette di essere “ponte” verso chi ne ha più bisogno, verso chi è solo. Se non ascoltiamo non riusciamo ad essere portatori della Tua voce. Questa voce che è così potente da farsi sentire anche nel deserto, ma non è frastuono, è una testimonianza silenziosa. Il Signore ha messo sulla nostra strada, in momenti diversi persone come Giovanni che ci sono venute incontro e hanno favorito il nostro andare verso il Signore e verso gli altri, ed essere consapevoli della Tua presenza ci aiuta a proseguire il nostro cammino specialmente nei momenti di difficoltà, ci aiuta ad essere ponte verso tutte le persone che hanno bisogno come noi, di qualcuno che le “raggiunga” e anche ponte verso le persone con le quali facciamo più fatica a relazionarci. Quanto deserto abbiamo intorno a noi e dentro di noi, che spesso ci isola dagli altri, ci impedisce di ascoltare chi ci sta intorno. Però Gesù non si stanca di offrirci la Sua Parola. Il Signore ci aiuta a trasformare con la Sua Parola la nostra vita e ad essere anche solo una piccola parte di ponte che unisce e avvicina. Non una Parola ma una persona: il Vangelo è vita quotidiana fatta prima di tutto di persone, gente come noi che si è lasciata guidare da un piccolo grande uomo che si è fatto carne per noi. E noi riusciamo a preparare la sua venuta? Riusciamo ad essere come Giovanni ponte verso l’altro? A volte non è facile cucire gli strappi, a volte ci viene più facile chiuderci nella nostra arroganza della verità che fare un passo che vada incontro all’altro, che metterci in dimensione di ascolto senza pregiudizio. Se lasciamo che la Sua Parola operi in noi con il cuore aperto all’ascolto le nostre sofferenze le nostre paure vengono purificate e allora l’attesa diventa un evento gioioso, luminoso, fraterno.

 

PER CAMMINARE INSIEME CON LE COMUNITÀ

Lunedì 6

Cristo Re: ore 15 in canonica incontro del gruppo Fraternità;

Cristo Re: ore 20.30 in chiesa incontro per tutti i membri eletti dei Comitati di Comunità nuovi e anche quelli uscenti;

Martedì 7

Cristo Re: ore 20.30 in sala parrocchiale incontro per le coppie e famiglie che hanno frequentato i percorsi in preparazione al matrimonio nelle nostre Comunità negli ultimi anni.

Giovedì 9

Arcivescovile: ore 20.30 in chiesa all’Arcivescovile incontro di Passi di Vangelo per giovani dai 18 ai 35 anni, guidato dall’Arcivescovo; è necessario il green pass;

Cristo Re: ore 20.30 in chiesa momento di riflessione sul Vangelo in preparazione al Natale;

Venerdì 10

Gardolo: ore 20.30 in chiesa momento di preghiera con possibilità delle confessioni per gli adolescenti;

 

ALTRI APPUNTAMENTI DA METTERE IN AGENDA

 

In tutte le Comunità viene proposto il Presepe Comunitario: in ogni chiesa sarà predisposta la Natività, mentre tutto il resto e cioè personaggi vari, casette, pozzi, animali, etc.. Sarà lasciato alla libera iniziativa di ciascuno che potrà mettere nel presepe qualsiasi personaggio fatto in qualsiasi modo e forma. Questo per aiutarci a vivere questo Natale insieme come Comunità dove ognuno mette del proprio. Non ci interessa il risultato estetico, ma l’opera d’arte che è in ognuno di noi.

 

CELEBRAZIONI DELLA SETTIMANA

Lunedì

08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri; 20.00 S. Apollinare

Martedì

08.30 Cristo Re; 08.30 Ss. Cosma e Damiano; 18.00ss. Martiri

Mercoledì

08.00 s. Anna; 08.30 Cristo Re; 18.00 ss. Martiri

Giovedì

08.30 Cristo Re; 18.00ss. Martiri; 20.00 Madonna della Pace

Venerdì

08.30 Cristo Re; 17.00 S. Apollinare; 18.00ss. Martiri

Sabato

17.30 s. Apollinare

18.00 ss. Cosma e Damiano

19.00 ss. Martiri

20.00 Cristo Re

Domenica

08.00 s. Anna

09.00 s. Apollinare

09.30 Madonna della Pace

10.30Cristo Re

11.00 ss. Martiri

17.30 Cristo Re

19.00 ss. Martiri

 

Confessioni: Salvo imprevisti, ogni sabato a Cristo Re dalle 09.30 alle 11.00

 

ORARI DISEGRETERIA:

Cristo Re: dal lunedì al sabato:09.00-10.30; lunedì e martedì: 17.00-19.00; mercoledì: 14.30-16.00

Santi Martiri: lunedì: 09.30-12.00

 

ORARI DEI PUNTI DI ASCOLTO:

Cristo Re: martedì: 09.30-11.00; mercoledì: 16.00-17.30; venerdì: 17.30-19.00

Santi Martiri: lunedì: 17.00-18.00; giovedì: 09.30-11.00

CONTATTI

Cristo Re: tel. 0461 823325 – tncristore@parrocchietn.it

Santi Martiri: tel. 0461 821542

Sito: parrocchietrentonord.diocesitn.it

Canale YouTube Unità pastorale Trento nordper seguire la Messa in streaming

 

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print