La mano del Vescovo e il soffio dello Spirito Santo

I ragazzi della Cresima

Il giorno 15 febbraio 2020 sarà difficilmente dimenticato da tutti noi catechisti/e, ragazzi/e, madrine, padrini per la gioia che un Sacramento impegnativo come quello della Confermazione è riuscito a donarci nel corso della celebrazione davvero partecipata, presieduta dal nostro Arcivescovo don Lauro Tisi.
Si è trattato davvero di un momento di grazia che ha rappresentato una tappa fondamentale nel cammino di crescita cristiana per tutti i nostri ragazzi, e per chi li ha seguiti: speriamo diventi da subito un punto di partenza per una vera testimonianza dei valori del Vangelo.
Il percorso fatto insieme negli incontri di catechesi e le numerose esperienze condivise all’interno delle nostre comunità di Cristo Re, Madonna della Pace e dei Santi Martiri è venuto alla mente ripercorrendo le parole dell’entusiasta omelia di don Lauro, che ha ripercorso il brano del Vangelo attualizzandolo negli avvenimenti capitati ben 40 anni fa quando Giovanni, figlio del prof. Vittorio Bachelet appena assassinato, pronunciava al funerale del padre parole di perdono nei confronti dei responsabili di un gesto tanto disumano. Un atteggiamento tanto rivoluzionario da cambiare il corso della storia!
La nostra umanità, prima ancora della nostra adesione alla Parola di Gesù ed al suo Vangelo, impone una testimonianza forte anche ai nostri tempi dei valori che sono alla base della vita di ogni comunità: condivisione, accoglienza e capacità di perdonarsi.
Come giovani responsabili anche i nostri “cresimati” sono stati esortati a trovare un posto nelle comunità cristiane, nella vita, nel mondo.
Siamo convinti che Gesù, attraverso il dono dello Spirito Santo, sia in grado di farci costantemente da luce e da via, affinché tutti possiamo trovare sempre una “famiglia” ovvero una comunità che ci aiuti a crescere.
Possa lo Spirito Santo, sceso su ognuno dei nostri ragazzi con la ricchezza dei suoi doni, illuminare le menti, riscaldare i cuori, infondere il coraggio di essere autentici testimoni del Cristo Risorto.
L’augurio più bello? Prendere in mano la vostra vita per farne davvero un capolavoro come auspicava Giovanni Paolo II!
Ad maiora.

 

Oggi sono proprio contento

“Oggi sono proprio contento di essere venuto” così Don Lauro Tisi ha terminato l’Eucarestia della Riconfermazione, ringraziando sia i catechisti che il coro di Madonna della Pace.
Sabato 15 Febbraio 2020, 67 ragazzi /e di Cristo Re, Madonna della Pace e Solteri hanno ricevuto il Sacramento della Cresima concludendo un ciclo di 7 anni di crescita spirituale. Uno dei momenti più importante di sabato, tra emozioni, ansia, preoccupazioni, ecc., è stato quando Christian, catechista dei Solteri, con un filo di commozione ha detto “oggi ragazzi siete proprio belli”, proprio come farebbe un padre orgoglioso dei propri figli. È stata una giornata indimenticabile per tutti ma soprattutto per le famiglie che hanno sempre sostenuto i catechisti, per ogni attività svoltesi in questi anni (tra tutti, i due giorni trascorsi presso la casa di Giano e i tre giorni sui passi di San Francesco ad Assisi).
Un altro flash back della funzione eucaristica è stato alla fine con i ringraziamenti lasciando un messaggio di San Giovanni Paolo II ai ragazzi “prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro”. Buona vita ragazzi.

Giuseppe (Madonna della Pace)

 

La Santa Cresima conferita ai nostri ragazzi

Il 15 febbraio 2020, alle ore 16, nella chiesa di Cristo Re è stato conferito il Sacramento della Confermazione da parte del Vescovo, Mons. Lauro Tisi a circa settanta ragazzi delle parrocchie Cristo Re, Madonna della Pace e dei Solteri. Con don Lauro hanno concelebrato i Sacerdoti dell’Unità Pastorale di Trento Nord: Don Mauro, Don Francesco e Don Lorenzo,
La cerimonia, nel suo incedere secondo una cadenzata e secolare liturgia, è stata anche molto suggestiva ed emozionante caratterizzata dalle parole carismatiche del Vescovo che esortava i nostri ragazzi ad essere soprattutto veri “uomini”! La Cerimonia proseguiva animata dagli stessi cresimandi e catechisti che proponevano preghiere e letture oltre a spunti di riflessione come durante l’offertorio quando sono stati presentati i doni dello Spirito Santo. Tutto sottolineato e reso ancora più gioioso dalle note del bravissimo coro di Madonna della Pace.
Il momento più solenne è stato certamente l’unzione dei ragazzi con il Sacro Crisma che estrinseca il segno visibile del grandissimo dono dello Spirito Santo, il “sigillo”, che confermerà l’appartenenza, questa volta per loro libera scelta, a Dio. Se quindi con il Battesimo erano divenuti figli di Dio, ora con la Confermazione esprimono nuovamente il loro sì ad essere Suoi figli ed a ricevere in dono la forza e la fede per proseguire sicuri nella vita di buoni Cristiani.
La Cresima è però solo il momento conclusivo di un lungo percorso di preparazione, iniziato già da quasi tre anni, e portato avanti con continuità e costanza ogni venerdì sera durante l’anno scolastico con l’impegno della catechesi. Mi piace sottolineare che il gruppo dei Solteri è una compagine coesa che si conosce fin dalla preparazione del sacramento della Prima Comunione che però ha saputo anche allargare gli orizzonti e le conoscenze tramite l’adesione ad iniziative di compartecipazione con le altre sopra citate parrocchie. Queste opportunità sono state sicuramente occasione per un arricchimento ed una crescita personale dei nostri ragazzi, tramite le nuove conoscenze acquisite ed il confronto con positive ed innovative esperienze sia riflessive che pratiche della vita quotidiana.
Ne cito solamente alcune riportate da un entusiasta Andrea al termine delle stesse.
Esperienza principale e straordinaria è stata indubbiamente la gita pellegrinaggio ad Assisi da parte di quasi tutti i cresimandi, svoltasi dal 6 al 8 settembre 2019, con la partecipazione dei catechisti ed anche di don Francesco. Sono state giornate intense, vissute pienamente in un clima di fraternità e condivisione, ed oltre ai momenti di preghiera e visite ai luoghi sacri, sicuramente unici nel loro genere, si è rivelata occasione anche per tante risate e momenti di spensieratezza, che hanno favorito il positivo e felice esito del viaggio.
Ma vanno ricordati anche i numerosi momenti di preghiera, fratellanza e convivialità (come le pizzate in oratorio!!!) organizzati a turno nelle varie parrocchie, l’aiuto alla recente colletta alimentare davanti ai supermercati ma in particolare la vendita delle torte preparate assieme ai loro genitori, avvenuta al termine della S. Messa della domenica prima della Cresima, il cui significativo ricavato è stato devoluto a vari gruppi missionari.
Un Grazie speciale e di cuore oltre, che ai nostri meravigliosi Sacerdoti, va ai catechisti che sono stati ammirevoli nel loro costante impegno, non solo per la preparazione al sacramento della Confermazione ma anche perché ciò avviene in un periodo critico dello sviluppo dei nostri figli, che non sono più bambini ma certamente sono ancora lontani dall’essere uomini e donne. Vivono dunque l’adolescenza, periodo delicatissimo in cui le certezze infantili vengono meno ed ogni ragazzo cerca una propria ragion d’essere mettendo spesso in discussione i valori precostituiti e la stessa autorità, a cominciare da quella dei genitori. Non è facile pertanto raffrontarsi con loro ed è quasi una sfida voler parlare al loro cuore nelle ore di catechesi. Di questo incommensurabile servizio dobbiamo essere grati a coloro che si sono fatti carico di essere catechisti e di aver donato con entusiasmo parte del loro tempo prezioso a questo scopo.
Noi dei Solteri, vogliamo ringraziare in particolare il nostro bravissimo catechista Christian che ha saputo motivare e stimolare i nostri Cresimandi con tanta pazienza e tenacia.
Che dire ancora se non che questa importante giornata rimarrà come ricordo indelebile per i nostri figli che hanno ricevuto la Cresima ma anche per noi genitori, per i parenti ed amici, presenti in gran numero a sostenerli con l’augurio che il loro cammino possa proseguire confermato nella fede e che lo Spirito Santo ci illumini e doni forza a tutti noi nell’ essere semplicemente uomini figli di Dio!!

Cristina (mamma)
e cresimando Andrea (Solteri)

 

Condividi con...
Email this to someone
email
Print this page
Print