Seconda di avvento

Dare il meglio di sé

 

Parola di…

“Dare il meglio di sé nello sport, è anche una chiamata ad aspirare alla santità” (Papa Francesco)

 

“Una persona, uomo o donna che sia, che dà sempre il meglio di sé, diventa un leader naturale, anche solo con l’esempio”(Joe di Maggio)

Video-testimonianza: l’ultima maratona di Gabriela Andersen-Schiess

Gabriela Andersen 1984 olympics

Clicca l’immagine per vedere il video

La gara di Gabriela Andersen-Schiess alle olimpiadi di Los Angeles del 1984 fu uno dei momenti più drammatici ed emozionanti che la storia delle olimpiadi ricordi. L’atleta svizzera arrivò sulla pista di atletica che conduceva al traguardo in condizioni al limite del collasso, ma la volontà di portare a termine la gara le permise di superare tutti gli ostacoli e realizzare il suo sogno di sportiva!

La parola all’arte: Ballerine Dietro le Quinte

Edgar Degas Ballerine (1884-1885); pastello, 75×73 cm, museo d'Orsay, ParigiEdgar Degas (1834-1917) è il pittore impressionista che più ha rappresentato il mondo del balletto. Con grande passione, e attenzione per i dettagli, ha restituito in pittura non soltanto i momenti “ufficiali” delle rappresentazioni sul palco scenico ma anche quelli della vita quotidiana, le lezioni, del riposo o invece di quelli di tensione, negli spogliatoi o dietro le quinte teatrali, prima dell’ingresso in scena. All’artista interessavano le emozioni private e gli aspetti per così dire “umani”. Persino la stanchezza, o il gesto di allacciarsi la scarpetta, potevano entrare a far parte della tavolozza dei gesti ritrattidal pittore.

In questo dipinto le ballerine dietro alle quinte si stanno preparando per entrare in scena. Tutto il loro impegno profuso in estenuanti prove si condensa in pochi gesti, come quelli di allacciarsi le scarpette da ballo o di accomodarsi la spallina del tutù o fermare una ciocca di capelli ribelle. Tutti i loro sacrifici, rappresentati dalla ballerina che dai vetri della finestra guarda fuori, alludono ad un rimpianto per qualcosa o qualcuno a cui ha rinunciato. Degas aveva scorto una grande similitudine tra arte e danza, tra danza e vita, avvicinando il mondo della pittura al ballo, come mai nessuno aveva fatto in precedenza, restando il pittore per eccellenza di questo mondo. Sembra aver dato vita a una narrazione silenziosa, in cui a parlare sono le stesse protagoniste delle sue opere, che ci conducono alle soglie del loro mondo fatto di danza, di sacrifici, di studio e di emozioni senza tempo. Sale la tensione dietro alle quinte, le ballerine sono pronte a dare il meglio di loro stesse: una manciata di minuti e si andrà in scena!

(Liberamente tratto da “Istituto italiano arte e danza”)

Condividi con...
Tweet about this on Twitter
Twitter
Email this to someone
email
Print this page
Print